News
13 Dic 2013

Ennova è stata nominata la "Start Up dell’anno I3P 2013”.

L’azienda è stata premiata dell’incubatore delle Imprese Innovative del Politecnico di Torino per la sua capacità di innovare e trasformare i processi di business

Ennova, azienda nata nel 2010 nell’Incubatore I3P del Politecnico di Torino è stata scelta dall’incubatore come “Start Up dell’anno I3P 2013” per gli importanti risultati ottenuti. E grazie a questo riconoscimento, nel 2014, Ennova parteciperà alla competizione nazionale “Start Up dell’anno” promossa da PNI Cube, l’associazione degli incubatori universitari italiani.

La premiazione si è svolta ieri sera nell’ambito della Festa delle Imprese I3P 2013. A ritirare il premio Fiorenzo Codognotto (Presidente di Ennova) e Michele Scarici (Amministratore Delegato di Ennova) .
Ennova è stata scelta sulla base dell’innovazione realizzata e del percorso imprenditoriale sviluppato.

Nel corso dei suoi tre anni di storia, Ennova ha portato innovazione nell’ambito dei processi di business di grandi organizzazioni usando come leva di semplificazione la tecnologia mobile.

“Quando siamo partiti, abbiamo intuito che la potenza degli smartphone e dei tablet poteva essere utilizzata per semplificare i processi delle grandi organizzazioni e abbiamo inventato una offerta di business che non c’era: la DIGITAL TRANSFORMATION, ovvero modelli e tecnologie a supporto della trasformazione e semplificazione di processi di business” – ha dichiarato l’amministratore delegato di Ennova, Michele Scarici – “i tradizionali modelli gestionali non sono più in grado di fornire il livello di servizio atteso dalla generazione digitale. Le aziende si trovano ad affrontare il sempre più difficile compito di gestire e mantenere alti livelli di soddisfazione e produttività. Oggi siamo fieri di poter dire che le nostre soluzioni sviluppate per Telecom Italia, Vodafone, Enel ed Edison sono considerate come soluzioniall’avanguardia e spesso pioniere per la gestione dei processi in mobilità”.

Per fare questo Ennova ha sviluppato:

  • un Centro di Ricerca e Sviluppo per l’innovazione di processi
  • una Piattaforma Tecnologica a supporto dell’innovazione dei processi
  • Laboratori per la sperimentazione e industrializzazione dei processi

Attraverso le soluzioni fornite da Ennova, il cliente può, ad esempio, ottenere assistenza e consulenza per tutte le necessità di configurazione e utilizzo del suo Smartphone o Tablet, avendo a disposizione un centro di competenza dedicato e uno specialista in grado di connettersi da remoto e di operare direttamente sul dispositivo utilizzando la piattaforma Ennova.

Il percorso imprenditoriale di Ennova è impressionante se consideriamo anche il contesto socio-economico di grossa crisi nel quale si è sviluppato.
A tre anni dalla fondazione Ennova rappresenta oggi una realtà che occupa oltre 270 addetti con un fatturato che supera i 12 milioni di euro e una presenza sul territorio distribuita su quattro sedi (Torino, Milano, Pomezia e Cagliari).

“Ennova è una iniziativa imprenditoriale che oggi rappresenta una storia di successo perché è riuscita a mediare, efficacemente, il mondo accademico con quello delle imprese” ha dichiarato il presidente Fiorenzo Codognotto “siamo contenti di aver dato una opportunità a tanti giovani, talenti straordinari della nostra Società”.

Marco Cantamessa, Presidente di I3P, commentando i risultati di Ennova, ha aggiunto “Gli incubatori universitari non solo solamente luoghi dove la ricerca si trasforma in imprenditoria. Nel caso di Ennova, l’incubatore è stato l’ambiente che ha invece facilitato il connubio tra un’idea imprenditoriale di grande spessore, portata avanti da un piccolo nucleo iniziale di tre persone, e la ricerca. Grazie a questo incontro, sono state sviluppate in tempi estremamente rapidi soluzioni tecnologicamente avanzate che hanno dato a Ennova un importante vantaggio competitivo. Ciò le ha permesso di crescere con una velocità eccezionale, che dimostra che le Start up non sono una moda passeggera, ma un fenomeno capace di creare sviluppo economico e occcupazione”.